Dalla ConfederazioneEventiEventi sul territorioTrasporti

UN ANNO DA … VELOCEMENTE CONNESSA

2 Mins read

Convegno Fast-Confsal 16 dicembre 2021

A un anno dal Convegno “Un’Italia velocemente connessa” la Fast-Confsal mantiene gli impegni presi, stilando un rapporto sullo stato di avanzamento degli interventi nel settore dei trasporti e avviando il monitoraggio permanente dei progetti previsti dal Piano nazionale di ripresa e resilienza, che può essere consultato https://sindacatofast.it/. Il lavoro compiuto nell’ultimo anno rientra in un’operazione più ampia con cui Fast-Confsal intende sensibilizzare le istituzioni ad un maggiore confronto con tutte le parti sociali partendo proprio dalle riflessioni e dalle proposte concrete che arrivano dal mondo del lavoro.

Il documento analizza in primo luogo le principali dinamiche e modifiche intervenute nel corso degli ultimi 12 mesi in termini di sviluppi della pianificazione europea e nazionale, mettendo in luce in particolare le previsioni in materia di trasporti incluse nel Piano di ripresa e resilienza nazionale e confluiti successivamente nell’Allegato Infrastrutture al Documento di Economia e Finanza 2021. Ulteriori approfondimenti riguardano l’andamento macroeconomico nazionale e l’andamento del mercato dei trasporti.

Un capitolo specifico è dedicato alle attività della Fast-Confsal nel corso dell’ultimo anno e all’analisi di efficacia del lavoro realizzato dal nostro ufficio studi e dagli esperti che hanno collaborato alle nostre iniziative. Il risultato è ampiamente positivo. Sulle 38 proposte concrete presentate alla politica nel corso di convegno o incontri istituzionali 21 sono state pienamente accolte e 7 lo sono state parzialmente. A dimostrazione del fatto che le idee, quando sono buone, trovano ascolto.

Molto resta ancora da fare. Per questo, dopo una dettagliata valutazione dei fabbisogni e delle criticità del settore dei trasporti, il documento indica i principali punti su cui il governo dovrebbe porre la sua attenzione e concentrare i suoi sforzi. Tra questi, il completamento della rete di alta velocità ferroviaria e il raccordo con le altre reti ferroviarie e di altre modalità unitamente alle infrastrutture puntuali per realizzare hub intermodali, l’istituzione di un contratto di filiera per comparti, la creazione di grandi gruppi industriali nazionali nel settore del trasporto, il potenziamento degli interporti e delle piattaforme logistiche insieme al rilancio della portualità meridionale per intercettare i flussi marittimi commerciali che oggi non approdano in Italia, l’incremento degli incentivi per gli operatori privati finalizzati alla transizione energetica e digitale, la carenza di autisti e macchinisti.

Come lo scorso anno Fast-Confsal ha messo nero su bianco le sue proposte per rendere l’Italia “velocemente connessa”, separando le misure con impatto economico da quelle a carattere normativo ad invarianza dei saldi di finanza pubblica. Tra le prime si segnalano (l’incremento degli incentivi per l’adeguamento delle flotte degli operatori del trasporto, il varo di un piano di investimenti per gli aeroporti secondari, la realizzazione di aree di parcheggio sicure per veicoli pesanti su standard europeo, strumenti fiscali per le concentrazioni imprenditoriali nel settore dei trasporti e delle costruzioni. Mentre tra le seconde rientrano l’adeguamento della normativa in materia di sicurezza del lavoro, l’emanazione del PGTL e costituzione di organi di coordinamento presso il MIMS per l’ultimo miglio urbano e per la pianificazione urbanistica degli insediamenti produttivi territoriali.

Related posts
EventiEventi internazionali

Un piano di parità per il futuro

1 Mins read
Protezione sociale, competenze e innovazione Il convegno del 17 dicembre vedrà come moderatore Massimo Mascini, de Il “diario del lavoro”. Il segretario…
Comunicato StampaTrasporti

'Un anno da…Un'Italia velocemente connessa'

2 Mins read
Evento Su 38 proposte, 21 sono state pienamente accolte nel PNRR Fast-Confsal, Serbassi Roma, 16 dicembre 2021 A un anno dalla presentazione…
Comunicato StampaDalla Confederazione

Il congedo parentale del padre può essere esteso anche ai nonni.

1 Mins read
Al padre lavoratore la scelta di delegare ai nonni i suoi dieci giorni di congedo parentale, per il 2022. Roma, 13 dicembre…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.