Editoriale

SALARIO MINIMO: LA PROPOSTA CONFSAL “fissarlo a 8 euro lordi esentasse”

­­

Margiotta: “E’ necessario raccordare il decreto fiscale con la legge sul salario minimo, non onerando le imprese” 

L’istituzione di un salario minimo legale è uno dei temi su cui si è maggiormente dibattuto in questi mesi. Non c’è dubbio che il progetto abbia una portata impattante e che le ripercussioni su lavoratori e/o datori di lavoro potrebbero essere importanti. In questo contesto, la Confsal (Confederazione generale dei sindacati autonomi dei lavoratori) ha avanzato stamattina una proposta articolata, concreta e realizzabile nel tavolo di lavoro “Salario Minimo: un’opportunità per rilanciare il lavoro” che si è tenuto presso la Spazio Hdrà di piazza S. Lorenzo in Lucina 4. Oltre a associazioni e stakeholders hanno partecipato: Tiziano Treu, Presidente Cnel, Cesare Damiano, Già Ministro del Lavoro, Maurizio Sacconi, Già Ministro del Lavoro.

“Non si può fare una legge così importante a costo zero per lo stato, scaricando gli oneri sulle aziende perché sarebbe troppo impattante – ha spiegato Raffaele Margiotta, segretario generale Confsal – noi chiediamo 8 euro esentasse introducendo l’aliquota zero sui salari minimi. È necessario – ha continuato Margiotta – raccordare il decreto fiscale con legge salario minimo, e ridurre il cuneo contributivo delle imprese. Con la nostra proposta non cambia nulla per il lavoratore ma cambia per le imprese per questo chiediamo una legislazione organica. Dal lavoro – ha concluso Margiotta – deve discende una dignità economica che gli attuali salari non garantiscono ma non perché i padroni sono cattivi ma per la debolezza dei settori. La tutela dei lavoratori passa per la crescita delle imprese”.

 

Archivio Editoriali

La Confsal al Governo: bisogna avere una visione d’insieme e non navigare a vista

La Confsal chiede al Governo un’azione sistemica e lungimirante avente ad oggetto questioni fondamentali per il rilancio delle dinamiche economiche e sociali del nostro Paese. Il recupero del potere d’acquisto delle retribuzioni, perduto nel corso degli anni, deve essere realizzato anche attraverso l’introduzione del salario minimo legale, quale soglia non negoziabile e per effetto di Leggi tutto…

Margiotta (Confsal): “Sì fronte unitario, no sindacato unico” – Intervista agenzia DIRE

NAPOLI – Sì ad un fronte unitario, no ad un sindacato unico. Così Angelo Raffaele Margiotta, segretario generale Confsal, commenta la proposta lanciata da Maurizo Landini di un sindacato unico. “Non siamo d’accordo su questa provocazione- ha detto Margiotta all’agenzia Dire, a margine di un evento organizzato dal sindacato in piazza del Plebiscito a Napoli- Non siamo per un sindacato Leggi tutto…

LAVORO E SICUREZZA: ASPETTI NORMATIVI, TECNICI, FORMATIVI E INNOVATIVI

Roma, Parlamentino del CNEL 11 aprile 2019 1° Convegno “Lavoro e sicurezza: aspetti normativi, tecnici, formativi e innovativi” Lo scorso 11 aprile si è tenuto a Roma, presso il Parlamentino del CNEL il 1° Convegno sul tema “Lavoro e sicurezza: aspetti normativi, tecnici, formativi e innovativi”, organizzato e coordinato dal Prof. Dott. Michele De Nuntiis, Leggi tutto…

PA: CONFSAL APPREZZA IMPEGNI DEL MINISTRO BONGIORNO, MA SERVE DI PIU’

Roma, 13.11.2018. La delegazione Confsal prendendo atto della presenza di risorse in Legge di Bilancio che permetterebbero l’apertura dei rinnovi contrattuali nel pubblico impiego per il triennio 2019-2021, ritiene le stesse al momento insoddisfacenti e non in linea con l’indice IPCA indicato dal Governo nel Documento di Economia e Finanza. Per quanto attiene il Decreto Leggi tutto…

Napoli – 1° maggio Confsal

Confsal: Angelo Raffaele Margiotta è il nuovo segretario generale. “Ripartiamo dalla centralità del lavoro e del lavoratore”

La Confsal riparte dalla centralità del lavoro e della persona e ne fa l’asse portante delle sue proposte e delle sue politiche sindacali.La svolta è stata annunciata al Consiglio generale di Fiuggi, i cui lavori si sono conclusi oggi con l’elezione a segretario generale di Angelo Raffaele Margiotta con il voto unanime dei rappresentanti delle Leggi tutto…

Dirigenza pubblica, per la Confsal la riforma è inefficace e in parte inattuabile

Un provvedimento che si rivelerà inefficace, come prevedibile, e in parte inattuabile. Questa l’opinione della Confsal in merito all’atto governativo 328 del 2016, il decreto che riforma la dirigenza pubblica. Il 7 ottobre scorso una delegazione del sindacato, composta dal vicesegretario generale Fedele Ricciato e dall’avvocato Maria Rosaria Curti, dell’ufficio legale, è stata audita in Leggi tutto…