”L’intervento dei Vigili del Fuoco in occasione di numerosi incidenti che hanno determinato la perdita di vite umane sono stati nella gran parte dei casi tempestivi  ed efficienti.

Il Corpo ha dato prova di avere la necessaria professionalità e l’esperienza maturata nel corso di numerosi  interventi, per prestare soccorso a chi si è trovato coinvolto nei più  recenti incidenti stradali e nelle emergenze dovute a cause naturali o  incendi evitando, così, la perdita di altre vite umane, così come verificatosi ieri a seguito dell’esplosione di una autocisterna trasportante materiale infiammabile causata da un tamponamento tra mezzi pesanti sul tratto dell’A 14 nei pressi dell’uscita di Borgo Panigale”. Con queste parole Angelo Raffaele Margiotta segretario generale della Confederazione Confsal, e Franco Giancarlo, segretario nazionale della Federazione Confsal Vigili del Fuoco, intervengono nel dibattito sulla sicurezza stradale.

“Tuttavia, per abbattere i tempi di intervento – dicono – e per  offrire un soccorso più efficace la ricetta è una sola: istituire  presidi dei Vigili del Fuoco sui principali snodi autostradali. In tal modo, i soccorsi riusciranno a raggiungere tempestivamente ogni punto  del territorio nazionale”.

”E’ innegabile che tutti gli attori della sicurezza nazionale devono  essere messi nelle condizioni di operare con la massima efficienza e  di raccordarsi tempestivamente fra di loro”, avvertono.

“Se però, come avviene nel caso dei Vigili del Fuoco, l’organico e i mezzi si rivelano insufficienti, tutto diventa  più difficile e a farne le spese sono i cittadini che in alcuni casi  non beneficiano di un soccorso tempestivo”, proseguono Margiotta e  Giancarlo.

”In questo senso, per prevenire situazioni che possono causare incidenti stradali e contenere tempestivamente gli eventi che si  verificano lungo le arterie autostradali, suggeriamo un urgente  potenziamento dell’organico e un protocollo fra la Società Autostrade  e il Corpo nazionale dei Vigili del Fuoco, per attuare un più fattivo  coordinamento fra le parti, così come è avvenuto con l’intesa fra le Società autostradali e la Polizia di Stato”, propongono.

“Da parte nostra, come siamo abituati ad operare alla vigilia dei  grandi esodi, richiamiamo gli automobilisti ad avere comportamenti  stradali più prudenti in considerazione del grande afflusso di  autovetture sulla rete autostradale, a non lasciare rifiuti  infiammabili in prossimità delle aree di sosta e a digitare il numero delle emergenze 115 ogni qualvolta ci si trovi in presenza di un  inizio di incendio o di altre situazioni anomale che possano mettere a  repentaglio la sicurezza del cittadino”, concludono Margiotta e Giancarlo