MargiottaNewsProgetti EuropeiSenza categoriaTrasporti

Infrastrutture: “Accolte le nostre proposte sull’estensione del corridoio Adriatico”

1 Mins read

Il governo italiano ha chiesto e ottenuto dalla Ue, nell’ambito della trattativa sulla revisione della rete Ten-T, l’inserimento tra le priorità infrastrutturali europee dell’estensione del corridoio Adriatico da Ancona fino a Foggia, per poter così connettere le regioni centro meridionali (Marche, Abruzzo, Molise e Puglia) del versante orientale del Paese. La Fast e la Confsal sono particolarmente soddisfatte di questa iniziativa, che recepisce appieno le indicazioni della Federazione.

L’estensione del corridoio Baltico-Adriatico dalle Marche fino in Puglia è infatti uno degli obiettivi strategici che Fast Confsal ha segnalato al Governo Conte II l’8 ottobre del 2020, nel corso del Convegno “ITALIA VELOCEMENTE CONNESSA”, organizzato a Roma presso l’Hotel Quirinale. Imprese, parti sociali e istituzioni si sono confrontate sulle nostre proposte per il Pnrr.

L’evolversi di questa trattativa permetterebbe, con orizzonte 2030, di rafforzare la parte cd. core della rete TEN-T in Italia, completando un progetto di corridoi per il trasporto combinato che era stato ipotizzato già nel 1996.

Il documento realizzato dal centro studi della Fast Confsal dopo una serie di analisi, studi e comparazioni di scenari e prospettive, nei vari segmenti dei trasporti e della logistica, ha elaborato una serie di proposte suddivise in tre ambiti: INFRASTRUTTURE E SERVIZI, POLICIES E NORME E FINANZIAMENTI. Ed è proprio nel primo settore che la fast Confsal ha sottolineato la necessità di completare il corridoio Baltico-Adriatico, che era stato posizionato fino ad Ancona, allungandolo fino alla Puglia.

A dx, il Segretario Generale Angelo Raffaele Margiotta insieme al S.G Fast-Confsal Pietro Serbassi.

“Questa nostra visione infrastrutturale e sistematica è stata ripresa successivamente anche dalle quattro regioni adriatiche centro-meridionali interessate, che il 24 ottobre del 2020 a Pescara hanno firmato un protocollo per lo sviluppo del Corridoio Adriatico”, sottolinea il Segretario generale Confsal Angelo Raffaele Margiotta.

“Siamo convinti che il binomio confronto/proposta tra governo e  parti sociali sia la strada per migliorare anche il sistema dei trasporti e della logistica nei vari ambiti, con l’obiettivo di rilanciare lo sviluppo socio-economico del nostro Paese puntando al recupero e al rilancio prioritario delle aree come il Mezzogiorno, che possono avere un doppio ruolo di volano: il primo, con l’interdipendenza economica presente tra macro-aree a livello nazionale e l’altro – conclude Margiotta – nell’area del Mediterraneo, verso il commercio mondiale e verso i Paesi che si affacciano su tale contesto geopolitico ed economico”.

Related posts
EventiFormaziendaNews

1° MAGGIO 2024 - CONFSAL

1 Mins read
Intervento Rossella Spada Direttore generale del Fondo FormAzienda + DIGNITÀ AL LAVORO+ salute e sicurezza, + equità retributiva, + sviluppo e occupazione
News

Corriere dell'economia 2024

1 Mins read
Oggi l’informazione, in particolare quella inerente all’economia, assume una importanza strategica per il sindacato,  per i lavoratori, le imprese e  i cittadini…
NewsSicurezza sul lavoro

Corriere della Salute e Sicurezza

1 Mins read
Presentazione Nell’ambito delle attività dell’Osservatorio della Salute e della Sicurezza sul lavoro OSL CONFSAL si colloca anche la pubblicazione periodica di questo…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *