Comunicato StampaDalla ConfederazioneLavoro

AMMORTIZZATORI SOCIALI MARGIOTTA, LA RIFORMA DELLE PROCEDURE SIA PIÙ UMANA!

1 Mins read

“Mettere subito a punto una procedura informatizzata che semplifichi e umanizzi le pratiche e le relazioni dell’INPS con imprese e lavoratori. E’ questa l’unica soluzione per evitare alle aziende di indebitarsi, chiedendo prestiti per pagare i contributi, e ai lavoratori di indebitarsi per mangiare. La nostra richiesta riguarda un aspetto fondamentale nell’andamento dei lavori di riforma”. È quanto dichiara il Segretario Generale della Confederazione, Angelo Raffaele Margiotta, a fronte di quanto discusso nella serata di ieri al Tavolo del ministro Orlando sulla riforma degli ammortizzatori sociali.

“Confsal chiede di rettificare l’impostazione data dal ministero. E ritiene che la priorità oggi sia quella di intervenire sui tempi di gestione delle prestazioni portando a 30 giorni la risposta di approvazione dell’istanza e a 15 giorni la riscossione del saldo o dell’acconto della prestazione medesima”.

Stupisce che l’Inps dichiari che questo non è possibile “perché la procedura è complessa” e chiediamo al Ministro: “cosa risponderemo alle aziende in sofferenza che non riescono a pagare i contributi a fine mese? E ancora, cosa risponderemo ai lavoratori in cassa integrazione che a stento vanno avanti perché ricevono il sostegno dopo 90/120 giorni? Cosa risponderemo alle famiglie dei lavoratori in crisi economica e sociale?

Confsal chiede che la Riforma preveda un intervento sull’approvazione degli ammortizzatori, entro la fine di ciascun mese a far data dalla richiesta, al fine di ottimizzare i tempi di invio dei flussi UNIEMENS all’INPS e un intervento sul rimborso del saldo e dell’acconto entro il 16mo giorno di ogni mese successivo a quello dell’approvazione, allo scopo compensare in tempo reale nel modello F24 gli importi dovuti dall’impresa con quelli di specifico riferimento da ricevere dall’INPS.

Condividiamo invece che sia previsto un eventuale aumento dell’attuale 40% di anticipo alle imprese, purché questo si configuri come alternativo e integrativo al ristoro della prestazione, che deve avvenire in 15 giorni mediante il canale diretto INPS.

Related posts
Breaking NewsDalla ConfederazioneSicurezza

Meeting Safety Confsal, l’impegno della Confsal per la prevenzione partecipata

3 Mins read
Salute e Sicurezza sul Lavoro Modera:      Luigi Monfredi    Rai News 24 Panel 1 – ore 09,15:            LE AGGRESSIONI AL…
Comunicato Stampa

A Palazzo Chigi per chiedere quali le ricadute occupazionali del PNRR.

1 Mins read
Apprezziamo l’approccio del Governo. Necessario monitoraggio costante e una gestione dedicata per il Sud, ancora troppo indietro “Oggi a Palazzo Chigi abbiamo…
Dalla Confederazione

Corriere dell'economia

1 Mins read
Carissima/o,Oggi l’informazione, in particolare quella inerente all’economia, assume una importanza strategica per il sindacato,  per i lavoratori, le imprese e  i cittadini…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.