Comunicato StampaDalla ConfederazioneEnti BilateraliLavoro e Sicurezza

LA BILATERALITA’ COME LEVA STRATEGICA PER UNA FORMAZIONE DI QUALITA’

2 Mins read

È giunta alla conclusione, lo scorso Venerdì 18 Dicembre, un’iniziativa formativa molto importante, perché innovativa, messa in campo da EPAR, l’Ente Bilaterale Intersettoriale costituito da CONFSAL (Confederazione dei Sindacati Autonomi dei Lavoratori) e da CIFA (Confederazione Italiana Federazioni Autonome).

Si tratta del Corso gratuito per la formazione e l’aggiornamento dei Rappresentanti dei Lavoratori per la Sicurezza Territoriali (RLST), erogato in modalità FAD, che ha registrato un successo talmente grande, in termini di iscrizioni e di partecipazione, da richiedere lo svolgimento di una seconda edizione in contemporanea alla prima.

La CONFSAL si ritiene molto soddisfatta perché – ha dichiarato Lucia Massa, Vice-Segretario Generale della CONFSAL – si è trattato di un’iniziativa innovativa strategica molto importante che, in un momento così difficile quale quello che stiamo vivendo nel nostro Paese a causa della epidemia da Covid-19, consente alle aziende d’essere adempienti agli obblighi di legge in tema di sicurezza e dà la possibilità a tutti coloro che hanno conseguito la qualifica di RLST di essere inseriti nell’Albo Nazionale di EPAR, appositamente dedicato a questa figura. Questa proposta formativa fa in effetti parte di un più ampio progetto, perseguito con grande sinergia dalle due Parti sociali, di costruzione di un nuovo modello di relazioni industriali, caratterizzato non da logiche bilaterali verticali e di settore, ma da logiche bilaterali di prossimità ai territori e alle persone. 

La bilateralità, nel farsi strumento di promozione della formazione continua, rappresenta – ha evidenziato il Vice-Segretario Massa – una leva strategica nell’ambito delle politiche attive del lavoro a tutto beneficio dei lavoratori e delle imprese, perché provvede a formare, aggiornare, riqualificare e professionalizzare i lavoratori, di modo che le aziende crescano in termini di sviluppo e di competitività e contribuiscano così allo sviluppo dei territori di appartenenza. E soprattutto la sfida che oggi CONFSAL ha raccolto e sta portando avanti con FonARCom è quella di far incontrare, attraverso una “formazione di qualità” volta alla professionalizzazione, domanda e offerta di lavoro, partendo dalla centralità del Lavoratore in quanto Persona con un proprio bagaglio di competenze tecnico-professionali e di capacità trasversali.

È fondamentale una sempre maggiore qualità, in termini di competenze specifiche legate alla professionalizzazione, che dovrà caratterizzare sia la domanda che l’offerta di lavoro. 

La CONFSAL dunque – ha concluso Massa – mette in campo strategie innovative ed efficaci, capaci di avviare un vero e proprio processo di radicamento della bilateralità nei territori, laddove cioè realmente emerge la domanda di formazione delle persone e delle imprese.

Related posts
Comunicato StampaLavoroMargiotta

Politiche attive: Margiotta, “La vera riforma passa attraverso l’occupabilità”

1 Mins read
“Occorre un cambio di paradigma. L’intero sistema delle politiche attive del lavoro deve tendere all’occupabilità attraverso lo sviluppo delle competenze, piuttosto che…
Comunicato StampaDalla ConfederazioneScuola

VALIDI ANCHE I TAMPONI SALIVARI PER IL GREEN PASS NELLA SCUOLA. GRANDE SODDISFAZIONE DELLA CONFSAL

1 Mins read
3 settembre 2021 – La CONFSAL si ritiene molto soddisfatta – commenta il Vice-Segretario Generale Salvatore Margiotta- dell’approvazione da parte della Commissione…
Dalla ConfederazioneScuola

"E' fondamentale incrementare il numero degli ITS nei territori"

1 Mins read
La Confsal non ha dubbi, “solo aumentando il numero degli ITS si potrà finalmente risolvere il problema del cosiddetto skill mismatch”. Lo…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.