https://it.wikipedia.org/wiki/Sergio_Marchionne

Roma, 26 luglio. “La CONFSAL esprime il proprio cordoglio per la scomparsa di Sergio Marchionne, manager globale che ha raggiunto i vertici della sua professione partendo da una famiglia di umili lavoratori e non dai quartieri dell’alta società. Ci uniamo quindi al dolore dei familiari e dei collaboratori per una fine tanto repentina quanto prematura”. E’ quanto ha dichiarato Angelo Raffaele Margiotta, Segretario Generale della CONFSAL, a commento della morte di Sergio Marchionne.

“In queste ore vengono ricordate una serie di frasi pronunciate da Marchionne in varie occasioni dalle quali traspare una sua particolare attenzione per il benessere e la dignità dei lavoratori e il suo amore per l’Italia. In questo senso vorremmo rivolgere il nostro pensiero alla sua figura di uomo e di manager che in quattordici anni ha impresso una nuova spinta propulsiva alla FCA rendendola competitiva per affrontare con successo i mercati globali”, ha proseguito Margiotta.

“In questo momento di dolore lasciamo da parte le polemiche, che giudichiamo inopportune, sui rapporti a volte tesi fra Marchionne e il mondo sindacale. Ci limitiamo a rendere omaggio all’uomo nella convinzione che saranno altri i tempi e le sedi per analisi più complessive”.

“Auspichiamo che, comunque, la sua eredità di manager illuminato e universalmente apprezzato venga ripresa e rilanciata dai suoi successori, nell’interesse del sistema produttivo italiano e dei lavoratori”, ha concluso Margiotta.