Roma, 1° ottobre 2019. Il Segretario Generale CONFSAL Angelo Raffaele Margiotta, oggi in audizione all’ XI Commissione Lavoro Pubblico e Privato della Camera, ha sottolineato la necessità di introdurre all’interno dei disegni di legge la misurazione della rappresentatività che non deve essere il fine ma bensì lo strumento per puntare alla qualità della contrattazione e della libertà di scelta del lavoratore di potersi associare a qualsiasi sindacato.

La Confsal propone di prevedere un visto di conformità per tutti i contratti collettivi depositati al CNEL, questo risulterà uno strumento fondamentale per la lotta al Dumping salariale e contrattuale.

Alla fine, conclude Margiotta: “chiarite le regole di rappresentanza non si deve escludere l’introduzione del salario minimo legale, quale soglia non negoziabile a sostegno della dignità economica che discende dal lavoro, a carico dello Stato, unitamente alla riduzione del cuneo fiscale.”