“Dopo la conversione in legge del Decreto Dignità la CONFSAL propone di istituire in tempi rapidi una Cabina di regia per monitorare gli effetti complessivi del provvedimento sul mercato del lavoro e le scelte effettive operate dalle imprese. Fin dal primo momento abbiamo evidenziato le criticità sul Decreto Dignità avanzando nel contempo proposte migliorative nell’ottica di una  critica che sia sempre costruttiva”.

In tale prospettiva si pone la proposta odierna lanciata da Angelo Raffaele Margiotta, Segretario Generale della CONFSAL dopo l’approvazione del decreto Dignità da parte del Senato.

“La cabina di Regia servirà a fare in modo che gli effetti della stretta sui contratti a termine, attuata con la riduzione temporale della durata massima del contratto a tempo determinato da 36 a 24 mesi, il ripristino delle causali e l’incremento degli oneri connessi ai rinnovi dei contratti a tempo determinato, possano essere esaminati in tempi rapidi per verificare, in maniera laica e priva di preconcetti ideologici, se si sta procedendo sulla strada giusta”, ha proseguito Margiotta.

“Chiediamo infine al Governo Conte di prestare una rinnovata attenzione alla Pubblica Amministrazione dal momento che, non bisogna dimenticarlo, deve rappresentare una leva strategica per la crescita e lo sviluppo economico del Paese. Per questo la CONFSAL propone di mettere in campo misure adeguate per contrastare le inefficienze della macchina amministrativa, prima fra tutte lo sblocco del turn over dei dipendenti pubblici”, ha concluso Margiotta.